Bende Anticellulite con Fosfatidilcolina

Bende Anticellulite con Fosfatidilcolina: Bende monouso imbevute di morbido gel arricchito da Fosfatidilcolina, da oli essenziali di Ginepro e Menta e da estratto di Ginseng. Indicato per contrastare gli inestetismi epidermici di soggetti con cellulite e/o adiposità localizzate.

25,00

100 disponibili

Guadagni 2175 BpCoin
SKU 3430 Categoria

Descrizione

Benefici e utilizzo delle Bende Anticellulite con Fosfatidilcolina

La cellulite è un inestetismo che può colpire anche le donne magre, poiché tende a depositarsi sulle zone più critiche del corpo femminile, come i glutei e l’addome. Non esiste il cosmetico miracoloso in grado di debellarla per sempre, ma utilizzando i prodotti giusti con regolarità si possono ottenere risultati soddisfacenti.

Ad esempio, i bendaggi anticellulite sono ottimi per combattere questo antiestetico problema femminile, e sono sicuramente più efficaci rispetto alle normali creme. Le bende in commercio sono per lo più monouso, e contengono ingredienti come l’olio essenziale di menta e ginepro, ed estratto di Ginseng, le nostre utilizzano la fosfatidilcolina.

I bendaggi anticellulite sono imbevuti di gel effetto freddo contenente principi attivi che hanno un’azione sia riducente che sgonfiante.  Applicati regolarmente sulle zone più colpite dalla cellulite drenano i liquidi in eccesso, lasciando la pelle visibilmente più tonica e compatta.

Le bende monouso riattivano il sistema linfatico, e per questo motivo riescono ad agire più in profondità rispetto ad un normale cosmetico anticellulite.  Il trattamento con i bendaggi si rivela ancora più efficace per ottenere tonificazione e perdita di peso se viene abbinato a massaggi estetici, crioterapia e pressoterapia. il meccanismo della fosfatidilcolina è abbastanza complicato ma può essere riassunto come un’azione di “scioglimento dei grassi”. È in grado infatti di solubilizzare il grasso contenuto negli adipociti, riducendo il volume del pannicolo adiposo. È evidente come determini, nel caso del grasso localizzato e in quello della cellulite, un miglioramento e sgonfiamento della zona. Il grasso sciolto viene successivamente riassorbito ed eliminato attraverso le maggiori vie di espulsione linfatica.

Cos’è la cellulite 

Benché alcune donne siano dotate di un fisico esile o abbiano l’attitudine di praticare sport, vengono colpite anche loro dalla cellulite. Una parolaccia per il mondo femminile perché quasi tutte le donne vengono segnate nelle zone critiche (addome, cosce e glutei) da questo inestetismo e ne soffrono.
La cellulite si forma a causa di un’alterazione del metabolismo a livello sottocutaneo. Il tessuto caratterizzato da cellule adipose, ne vede un ingrandimento che causa una vera e propria ritenzione idrica negli spazi tra una cellula e l’altra. È questo fenomeno che all’esterno appare con un effetto ottico, detto ‘a buccia d’arancia’. Generalmente si tratta di una problematica puramente estetica, per altro curabile con un po’ di costanza, ma se la crescita del pannicolo adiposo è eccessiva può sfociare in un vero rischio per la salute. Questa situazione potrebbe compromettere la circolazione sanguigna e linfatica.

Aquarius Bende Anticellulite con Fosfatidilcolina che impatto hanno sul corpo

Questa tipologia di bende sono prive di controindicazione eccetto nel caso in cui si abbiano forme allergiche da uno degli elementi che le compongono.
Naturalmente non è commestibile. È opportuno evitare il contatto con mucose e ferite, oltre che con gli occhi.
Le bende agiscono sia a livello superficiale che a livello organico. Rispetto ai comuni prodotti anticellulite, le bende Aquarius stimolano il sistema linfatico, penetrando a livello sottocutaneo. Grazie alla fosfatidilcolina, un fosfolipide (composto da fosfato, acidi grassi e acetilcolina.) atto a sciogliere i grassi, è una soluzione valida per contrastare il grasso insito negli adipociti. Una volta ‘sciolto’ verrà espulso mediante vie linfatiche.
Debellare la cellulite può essere un po’ complicato ma con determinazione e assiduità i risultati arrivano sempre. Nel caso delle bende con Fosfatidilcolina l’applicazione dovrà avvenire settimanalmente per un mese o poco più, tuttavia già dalla prima applicazione le zone saranno visibilmente più sgonfie e la percezione del proprio corpo sarà più leggera.

Bende Anticellulite con Fosfatidilcolina : impatto ecosostenibile

Come già detto, le bende Aquarius anticellulite sono prive di controindicazioni poiché 100% naturali. Ciò significa che sono ecosostenibili e prive di sostanze chimiche potenzialmente dannose per il corpo.
Oggi è premura di ogni azienda cosmetica e non, optare per degli ingredienti naturali che non ledano né chi ne fa uso, né l’ambiente circostante. L’ecosostenibilità è la carta vincente del futuro.
Le bende Aquarius sono indubbiamente un prodotto sicuro e affidabile. Optare per un prodotto valido permette di evitare sprechi a livello economico e psicologico. Molti trattamenti, purtroppo, non portano alcun risultato.

Perché preferire le bende

Innanzitutto questo tipo di bende (monouso) sono usa e getta, dunque pratiche e igieniche.
I bendaggi sono un sostitutivo alla pressoterapia ma più economici e meno ingombranti; infatti durante il loro utilizzo è possibile muoversi. Naturalmente possono essere utilizzate come ausilio, indubbiamente più efficaci delle creme.
Le applicazioni con le bende sono semplici e confortevoli. La loro forma abbraccia perfettamente la zona del corpo da trattare e con una piacevole compressione favoriscono la microcircolazione, oltre a rilasciare benefici dati dai principi che la compongono.

Come utilizzare le bende 

Prima dell’utilizzo il prodotto deve essere conservato in luoghi freschi e asciutti, privato dell’interferenza di luce solare, ad una temperatura che non superi i 27°C. Prima di avvolgere le parti del corpo prescelte nelle bende anticellulite, è opportuno detergere la zona con uno scrub corpo, al fine di rimuovere le cellule morte così da facilitare l’assorbimento dei nutrienti rilasciati dalla benda. L’applicazione è semplice grazie anche alla perfetta dimensione della benda, pari a 20 × 5 × 20 cm.

Partendo dal basso la si arrotola in modo incrociato senza pressione fino al termine del lembo col quale effettuerete l’ultimo giro di benda. È importante che la zona da trattare sia totalmente coperta. La durata del trattamento va dai 30 ai 50 minuti. Terminato il tempo di posa potrete rimuovere la benda e procedere con un massaggio rotatorio, muovendovi dal basso verso l’alto. In questo modo assorbirete i residui di gel e concluderete a pieno il trattamento.

Per un azione d’urto utilizzare settimanalmente per almeno 1 mese.

  • Applicazione pancia e fianchi: Avvolgere la benda intorno all’addome coprendo bene pancia e fianchi.
  • Applicazione braccia: Avvolgere la benda su tutta la lunghezza del braccio partendo dalla mano fino ad arrivare alla spalla.

Se lo si desidera, coprire con il foglio di cartene o con la pellicola trasparente.

Composizione e Inci

Per combattere la cellulite, oltre ad intervenire con trattamenti locali e mirati, è consigliabile bere molta acqua, integrare bevande drenanti e incrementare il consumo di verdura, specialmente cruda.

Aqua, Glycerin, Lecithin, Phosphatidylcholine, Panax Ginseng Root Extract, Mentha Viridis Leaf Oil, Juniperus Communis Fruit Oil, Hydroxyethylcellulose, Polyglyceryl-4 Caprilate, Decyl Glucoside, Sodium Lauroyl Glutamate, Diglycerin, Citric Acid, Benzyl Alcohol, Potassium Sorbate, Sodium Benzoate, Limonene.

Avvertenze

  • Nessuna controindicazione nelle normali condizioni di utilizzo.
  • Evitare il contatto con occhi, mucose e ferite aperte, non ingerire.
  • Accertarsi che il soggetto sottoposto a trattamento non sia sensibile ai componenti presenti nella formulazione.
  • Conservare il prodotto in luogo fresco ed asciutto e tenere lontano dalla luce del sole; non superare la temperatura di 27°C.

Informazioni aggiuntive

Peso 150 g
Dimensioni 20 × 5 × 20 cm
Contenuto

250 ml

Linea

Comp.Base

Tipo

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Bende Anticellulite con Fosfatidilcolina”