Gambe perfette con i fanghi anticellulite? Si può!

Gambe perfette con i fanghi anticellulite? Si può!

I fanghi anticellulite funzionano davvero? Sì! E le donne lo sanno da sempre, fin dall'epoca classica. In questo articolo, quindi, troverai tutto quello che ti serve sapere per utilizzarli al meglio a casa e in centro estetico. Imparerai che cosa sono e come funzionano. Imparerai come fare impacchi e bendaggi anticellulite. Per essere sempre bellissima e perfetta! Pronta?

Fanghi anticellulite: che cosa sono e come funzionano

Anticellulite forte, i fanghi sono una miscela di:

  • acqua termale (frazione liquida)
  • una componente solida (di norma argilla)
  • principi attivi specifici funzionali all’obiettivo.

 

Ma quanto sono efficaci i fanghi anticellulite? Coccola piacevole, sono efficacissimi per eliminare la cellulite definitivamente. Il funzionamento dei fanghi anticellulite, infatti, è molto semplice.

Aumentando la temperatura corporea, una volta applicati cedono i loro principi attivi, favoriscono la sudorazione e stimolano la microcircolazione.

Fatti a casa, prima di una spumeggiante doccia o in centro estetico magari associati a potenti bendaggi anticellulite, sono davvero i migliori amici della pelle colpita dal fastidioso inestetismo della cellulite.

Ma come in ogni cosa, ci vuole costanza e perseveranza.

Ora, ti stai probabilmente chiedendo:

  • Quante volte fare i fanghi?
  • Quali scegliere?
  • Quanti farne per dimagrire?
  • Quando non si possono fare?

 

E via discorrendo. Seguici che ti spieghiamo tutto.

 

Fanghi anticellulite, quante volte?

Freddi o caldi che siano, il numero magico dei fanghi anticellulite è 3 alla settimana per un minimo di 15 minuti. Con 3 applicazioni a settimana, infatti, oltre ad ottenere il benefico effetto di eliminare definitivamente la cellulite, il fango agisce efficacemente anche come snellente.

Due piccioni con una fava, per dirla facile.

Infatti, la sudorazione e l’attivazione del microcircolo agiscono attivamente anche sui cuscinetti adiposi, sciogliendoli. Già dopo le prime sedute è possibile vedere, pardon misurare un’importante riduzione dei centimetri.

L’interno coscia, ad esempio, è il primo a beneficiarne. Quindi, quando inizierai attendi un paio di settimane e poi, armata di metro sarta (quello morbido), procedi alla misurazione. Sarà una piacevole sorpresa! E una motivazione essenziale per continuare nel tuo percorso verso la tua bellezza.

Ancora una cosa importante (oltre alla costanza).

Se opti per una soluzione casalinga, il tempo di posa è fondamentale.

Può variare da 15 a 40 minuti e vanno seguite attentamente le indicazioni riportate sulla confezione. Infatti i diversi principi attivi contenuti agiscono in modi e tempi differenti.

Per rispondere alla domanda “quando non si possono fare” i fanghi anticellulite ecco la risposta.

Non ci sono vere controindicazioni. Pizzicore e rossore della parte interessata sono gli unici fastidi che noterai. Attenzione, però, se sei in gravidanza o allattamento. In realtà, puoi continuare l’applicazione, ma solo sotto diretto controllo del tuo ginecologo. Evita il fai da te e affidati ad un centro estetico serio.

Quali sono i migliori fanghi anticellulite?

Quali sono i migliori fanghi anticellulite?

Ma puoi accedere anche ad ottime soluzioni “casalinghe”.

Il mercato offre moltissimi prodotti estremamente efficaci per un trattamento a misura, comodamente a casa tua. Quando e come desideri, per una coccola a fine giornata o uno “Spa day” in totale relax.

Per scegliere i migliori assicurati che contengano, oltre ad acqua termale e argilla (frazione liquida e componente solida):

  • Ingredienti organici, come ad esempio batteri, alghe, humus
  • Centella asiatica che svolge un’attività vasoattiva sul microcircolo
  • Ippocastano se soffri di fragilità capillare
  • Mirtillo naturale che stimola il microcircolo
  • Edera contro il ristagno dei liquidi. E’ il rimedio di elezione contro questo problema
  • Ginko biloba che favorisce la circolazione
  • Arancio dolce per un booster di vitamine
  • Thè verde drenante
  • Curcuma zedoaria, detta anche curcuma bianca, ad azione lipolitica e snellente
  • Capsicina, stimolante e riattivante
  • Alghe.

Come si applicano? Sostanzialmente in 2 modi

  1. Utilizzando la pellicola da cucina. Quella trasparente, che avvolgi intorno alla gamba dopo aver applicato il fango. Aumenta la sudorazione e gli effetti. Fa risparmiare, ma richiede pazienza e precisione. E poi dovrai pulire per terra, dato che il fango tende a colare. Una faticaccia che potrebbe demotivarti.
  2. Usando i pantaloni di cartene. Gli stessi che si usano nei centri estetici. Si trovano facilmente online. Costa di più, ma è molto pratico e immediato.

 

Naturalmente, come sempre, a te la scelta!

Fanghi anticellulite: le conclusioni

Migliori amici delle gambe delle donne, funzionano davvero!  Sia che tu scelga il centro estetico o la soluzione casalinga, dei fanghi puoi apprezzare i risultati fin da subito.

Nel caso tu scelga la “soluzione casalinga” è importante che presti attenzione alle avvertenze riportate sulla confezione. E in caso, di gravidanza o allattamento, segui diligentemente le indicazioni del tuo ginecologo.

Sul mercato esistono ottimi prodotti, ma ricorda sempre di verificare gli ingredienti per scegliere il fango più adatto alle tue esigenze. In bocca al lupo!

Inoltre se sei ancora curiosa e vuoi avere maggiori informazioni, ti consigliamo di leggere: https://www.my-personaltrainer.it/benessere/fanghi-anticellulite.html

Fanghi anticellulite: le conclusioni

Condividi e guadagna Punti

Lascia un commento

Non perderti questi consigli!

Iscriviti e rimani aggiornato, inoltre riceverai un buono sconto del 10% sul tuo primo Acquisto!!!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.