Bendaggi drenanti per gambe da urlo

Bendaggi drenanti per gambe da urlo

L’estate è già qui, mai sentito parlare di bendaggi drenanti? Scopri in questo articolo a cosa servono, come funzionano e perché potresti pensare di acquistarne… almeno una confezione.

Ma i bendaggi drenanti funzionano?

Prima di rispondere a questa domanda da un milione di dollari, ti spieghiamo cosa sono e a cosa servono. Si tratta di vere e proprie bende in cotone imbevute di principi attivi per favorire, appunto, il drenaggio. Vengono applicati su gambe e addome (generalmente si tratta delle zone più comuni da trattare) e lasciati in posa per 45 minuti circa. I bendaggi drenanti funzionano? Un ciclo di trattamenti, per apportare risultati, dovrebbe durare circa 2 mesi con applicazioni regolari per 2-3 volte alla settimana. Non solo: i bendaggi drenanti funzionano perché rilasciano nella pelle i principi attivi contenuti nelle garze attarverso un processo che si chiama osmosi. I principi attivi richiamano i liquidi verso la superficie del corpo e una volta che il principio attivo penetra nella pelle deve favorire al suo interno due azioni:

  • Lo smaltimento delle tossine accumulate
  • Lo smaltimento del grasso in eccesso.

Inoltre, in base all’effetto che si vuole ottenere e soprattutto alla reazione corporea che si vuole stimolare, i bendaggi possono essere freddi o caldi.

I bendaggi caldi servono come vasodilatatori per un effetto disintossicante e un aumento della circolazione periferica. I bendaggi freddi hanno un’azione drenante perché vasocostringono, alleviando gonfiore e pesantezza. Inoltre, migliorano il metabolismo delle cellule adipose con effetto rassodante.

Bendaggi drenanti professionali e bendaggi drenanti fai da te: cosa c’è da sapere

Bendaggi drenanti professionali e bendaggi drenanti fai da te: cosa c’è da sapere

I bendaggi drenanti professionali uniscono il mix di principi attivi efficaci alla corretta applicazione della benda stessa da parte di personale qualificato. Questo aspetto è da tenere assolutamente in considerazione. I principi attivi sono di solito soltanto di origine naturale, a base di: betulla, mentolo, fucus, canfora, ippocastano. Ma anche Sali di Epsom, o Sali del Mar Morto, centella asiatica, caffeina e olio essenziale di cipresso. Come si mettono i bendaggi drenanti? I bendaggi professionali vengono applicati a partire dalla caviglia fino all’inguine, uno per ciascuna gamba e poi coperti e lasciati in posa. Su punti come caviglia, retro del ginocchio e inguine, viene esercitata una leggera pressione (dalla benda stessa), in corrispondenza di importanti nodi linfatici. Questo per favorire l’effetto finale. Una volta tolto il bendaggio, l’operatore effettua un massaggio per aiutare il corpo ad eliminare i liquidi in eccesso affiorati, partendo dalle caviglie fino all’inguine.

E a casa? Esistono naturalmente in commercio dei bendaggi drenanti da auto applicare con gli stessi principi attivi di quelli professionali. Ma in rete esistono anche ricette e procedure per fare dei bendaggi drenanti fai da te. Ti serviranno delle bende in cotone, che andranno imbevute in una soluzione fatta di acqua, the verde, sale del mar Morto o di Epsom e qualche goccia di olio essenziale e poi applicate come descritto sopra. Naturalmente, le bende già pronte oltre ad essere di più rapido uso, hanno già il giusto mix di principi attivi naturali necessari al raggiungimento dello scopo. Se sei curiosa di provarne l’effetto, puoi sempre scegliere una bustina sul nostro shop. Si tratta di bendaggi drenanti monouso imbevuti di morbido gel. I principi attivi sono fosfatidilcolina, oli essenziali di ginepro e menta ed estratto di ginseng.  Sono bende indicate soprattutto per combattere le adiposità localizzate e sono prive di parabeni, SLE/SLES, petrolati, paraffine, siliconi, oli minerali, PEG, glicole propilenico, coloranti sintetici, BHT, BHA.

Anche se acquisti bende di altre marche o se ti sottoponi a bendaggi drenanti professionali, informati sempre sull’assenza di parabeni, petrolati, PEG e coloranti sintetici. Come immaginerai, non fanno bene se la pelle li assorbe insieme ai principi attivi!

Condividi e guadagna Punti

Lascia un commento

Non perderti questi consigli!

Iscriviti e rimani aggiornato, inoltre riceverai un buono sconto del 10% sul tuo primo Acquisto!!!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.